Trail run in Campigna.

Trail run in Campigna, in un giorno di mezza estate.

Suona la sveglia! 5:00 am. Si scende dal letto ancora con gli occhi chiusi, un pò di acqua sulla faccia per svegliarsi, la borsa è già pronta, si parte per un trail run in Campigna.

La meta di oggi è la Campigna, stazione turistica estiva ed invernale nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. A Santa Sofia, raggiungibile da Bagno di Romagna percorrendo il Passo del Carnaio, ci attende Luca (cavallo pazzo) che vive a Bertinoro ed è conoscitore di questi sentieri. Dopo una super colazione da SANTADOLCEVITA ci allacciamo bene le scarpe e partiamo pronti a dare un senso a questa domenica.

Quanti kilometri oggi? non si sa perchè è Cavallo Pazzo che dirige le danze e noi possiamo solo seguirlo.

Ci immergiamo nel bosco e da questo momento parte la magia.

Trail run in Campigna

Dopo un’iniziale discesa, la salita è davanti a noi.. e che salita! D’altronde il trail run è fatto di salite e discese e la Campigna è un luogo ottimo per correre. I sentieri sono costantemente segnalati, ben curati e con viste mozzafiato.

Il caldo è soffocante anche se l’ombra del bosco ci accompagna durante i chilometri.

Ad ogni passo lo sguardo è immerso nell’infinito che ci circonda e ogni tanto lo devi riprendere perchè si perde in quella vastità alla ricerca di qualche abitante del bosco, e quando avviene l’incontro vi assicuro che l’emozione è davvero incontenibile, anche se tutto si riduce ad una frazione di secondo ti senti parte di quel momento come se fossi sempre stato lì, parte di quel mondo.

Poi ritorni sul tuo sentiero felice di trovarti esattamente dove sei, c’è ancora tanta strada da fare e la cosa ti esalta, sei totalmente immerso nella natura e  ti senti vivo, si, magari le gambe si fanno un pò sentire ma non importa, perchè la montagna ti accompagnerà fino alla fine.

Un commento su “Trail run in Campigna.”

  1. Leggo l’articolo appena scritto dalla mitica Gio e cosa dire…che bello! Se non corressi, mi farebbe venir voglia di provare subito questo tipo di corsa, il trail running. Ultimamente quando vendo le persone mi dicono quasi tutte. Fai i trail? Non sono pericolosi, ma pi? che altro, non son difficili, duri, impegnativi? Beh…ovviamente tutti abbiamo spesso un approccio positivo alla vita, ironicamente parlando e vabb? lasciando stare questa cosa, ribalto velocemente la frittata dicendo, nella vita le cose che fate son tutte senza rischio, facili, scontate, senza alcun sacrificio? Certo, nel trail ci vuole tanto cuore e tanta testa, ma credo che fondi aspetti che oggigiorno stiamo lasciando in disparte: il contatto con la natura, il fatto di muoverci, il condividere tempo con amici, il divertirsi, il faticare, il raggiungere un obiettivo ed il sentire una cosa estremamente bella, delle emozioni. Un piccolo pensiero. Riviera Trail Run.

    Rispondi

Lascia un commento

*

Copy link
Powered by Social Snap